VIA DEGLI OLMETTI, N 18
00060 FORMELLO (RM)
+39 06 9040661
INFO@GESCA.IT

Fatturazione elettronica, un cambiamento complesso

Fatturazione elettronica, un cambiamento complesso
by

Nonostante se ne sia parlato e scritto tantissimo negli ultimi due anni, e soprattutto negli ultimi mesi, alla fine il passaggio “epocale” alla fatturazione elettronica è stato comunque complesso. A quasi due mesi dall’avvio, c’è ancora molto da fare. Vi raccontiamo come sta andando, dal nostro punto di vista

Davvero una rivoluzione, il passaggio alla fatturazione elettronica B2B.
Rivoluzione è un termine che evoca bene lo stravolgimento che tantissime realtà hanno affrontato per adeguarsi alla nuova legge.

La fattura elettronica ha impattato su tutti, con pochissime eccezioni: tutta la filiera, dallo sviluppo fino all’end-user, è stata chiamata pesantemente in campo per giocare la partita dell’anno.
Tutti i soggetti coinvolti, i clienti in primis, ma anche le software house, i distributori, i partner, si aspettavano un simile impatto, ma nonostante questo le difficoltà non sono mancate, a tutti i livelli.

A quasi 2 mesi dall’inizio ancora non si può dire che “ne siamo fuori”, ma la situazione che ha, in alcuni casi, gettato nel panico aziende e professionisti, sta progressivamente e costantemente ridimensionandosi.

Ci sembra giusto raccontare come l’abbiamo vissuta e la stiamo vivendo noi, magari concedendoci un sorriso, perché no?
Di certo non per banalizzare, solo per sdrammatizzare un po’…

….ho visto cose che voi umani…

(Blade Runner, il monologo)

Chi scrive ha visto.

Ha visto colleghi dell’assistenza diventare un unico corpo deforme con telefono e pc, mentre il centralino fondeva per le chiamate (altro che navi in fiamme al largo dei bastioni di Orione 😊) ed il portale di assistenza si riempiva di ticket alla velocità dei raggi B.

Ha visto persone saltare pranzo, cena e colazione; lavorare con la febbre, lavorare la sera e perfino nel week-end.
All’ingresso il distributore, che normalmente è un luogo ameno dove si prende il caffè e si scambiano due chiacchiere, si è trasformato in un hub di spaccio di camomilla (il cui consumo ha subito un’impennata mai registrata a memoria di dipendente) pasticche per il mal di testa e pure qualche ansiolitico.

Il motivo è presto detto: ve lo riassumiamo in 3 numeri, giusto per dare un’idea.
Da novembre ad oggi, il reparto di assistenza ha gestito, solo per la fatturazione elettronica:

  • 2150 interventi
  • 1550 casi
  • 670 ore di assistenza

Nonostante l’impegno, non sempre siamo riusciti a soddisfare le aspettative di tutti.

Tuttavia, non diamo questi numeri per celebrarci, ma anzi per ringraziare tutti: indubbiamente i colleghi, ma anche i CLIENTI.

TUTTI i clienti, anche quelli che hanno a volte perso la pazienza (o ce l’hanno fatta perdere, siamo persone, in fin dei conti, non chatbot 🙂 ), perché dal confronto costruttivo esce sempre qualcosa di buono. Mai come in questo periodo abbiamo lavorato davvero fianco a fianco con loro, superato insieme le difficoltà operative di tutti i giorni; a volte abbiamo persino dato e ricevuto supporto psicologico :-).

Tutto questo ha rafforzato ancora di più il rapporto professionale, ma anche umano, che ci lega a molti di loro da tantissimo tempo.

Abbiamo sperimentato sul campo, e crediamo anche dimostrato nei fatti, cosa intendiamo per proattività, cura del cliente, supporto costante e professionalità.
Tutte belle parole che si trovano su qualsiasi sito (anche il nostro, chiaramente), ma che in questa fase hanno assunto per noi un valore ancora più particolare, che ha il gusto della concretezza.

Ancora grazie a tutti