VIA DEGLI OLMETTI, N 18
00060 FORMELLO (RM)
+39 06 9040661
INFO@GESCA.IT

Il cloud, oggi

cloud computing
by

Il cloud è entrato nella nostra quotidianità, personale e professionale, da almeno una decina di anni. Se la definizione può sembrare ad alcuni complessa, è sufficiente indicare cosa facciamo ogni giorno grazie al cloud per comprenderne appieno il significato ed i vantaggi. Proviamo a spiegarlo in parole semplici.

Il cloud: la definizione di Microsoft.

Il cloud computing è la distribuzione di servizi di calcolo, come server, risorse di archiviazione, database, rete, software, analisi e intelligence, tramite Internet (“il cloud“), per offrire innovazione rapida, risorse flessibili ed economie di scala

Ciò che è centrale è il concetto di condivisione, un termine che è un vero e proprio “mantra”, in questi tempi, non solo per Microsoft.

Il primo vantaggio derivante dall’uso del cloud è legato ai costi:

Paghi solo per i servizi cloud che usi e risparmi sui costi operativi, esegui l’infrastruttura in modo più efficiente e ridimensioni le risorse in base all’evoluzione delle esigenze aziendali

Data questa definizione, cosa chiediamo al cloud, oggi?

In cosa consiste il cloud ?

Il cloud è un luogo sicuro e protetto dove far girare le applicazioni ed archiviare i documenti, potendovi accedere in mobilità e facilmente.
Spesso capita che non si sappia definire il cloud, ma in pratica lo si usi e lo si conosca molto bene.
Ad esempio, probabilmente stai usando il cloud computing proprio adesso, se usi un servizio online per inviare posta elettronica, modificare documenti, guardare film o programmi TV, ascoltare musica, giocare oppure archiviare immagini o altri file.

Tutto questo è possibile grazie al cloud computing, che agisce dietro le quinte.
I primi servizi di cloud computing risalgono appena a una decina di anni fa, ma già molte organizzazioni, dalle piccole startup alle multinazionali, dagli enti pubblici alle organizzazioni no profit, stanno adottando questa tecnologia per i motivi più vari.

Quali sono i principali vantaggi del cloud?

Costo

Il cloud  elimina le spese relative all’acquisto di hardware e software e alla gestione di data center, che richiedono risorse come rack di server, nonchè alimentazione elettrica h24, oltre ad esperti IT per la gestione dell’infrastruttura.

Scalabilità

Il cloud è flessibile in maniera nativa: è infatti possibile “noleggiare” le risorse necessarie al proprio business e rilasciarle quando la necessità termina o si riduce. In questo modo non ci sono sprechi e si ottimizzano i costi.

Sicurezza

La protezione di dati e applicazioni è fondamentale. Ne abbiamo parlato anche negli ultimi articoli (sul backup e sulla protezione delle infrastrutture).
Gli investimenti che fanno i “grandi player” sono sicuramente maggiori di quelli che qualunque azienda può mettere in campo.

Affidabilità

Anche sotto questo aspetto, gli investimenti per garantire la continuità aziendale ed i servizi di ripristino dati in caso di emergenza sono stati importanti. Ad oggi, viene garantito un uptime (tempo in cui una macchina od un intero sistema è attivo e funziona) del 99,99%. Non male!
A nessuno di noi piacerebbe non poter vedere la partita o la serie TV preferita, dal divano di casa, in viaggio o da qualsiasi altro luogo.

Allo stesso modo, nell’attività lavorativa di tutti i giorni è possibile accedere ai documenti da mobile, ovunque ci si trovi. Tutto questo, ovviamente, in massima sicurezza.
Non daresti mai le chiavi di casa ad uno sconosciuto, giusto?! Il cloud è un’estensione del tuo ufficio e quindi è doveroso pretendere la stessa protezione.
Questo, però, non deve significare avere mille complicazioni per accedere: il cloud, come in generale la tecnologia,  deve essere semplice e non complicarci la vita.

Al contrario di quanto è accaduto trent’anni fa, quando i computer cominciarono ad entrare nelle nostre vite ed il passaggio fu complesso, oggi passare al cloud è molto più semplice. E’necessario, però, saper sfruttare tutte le potenzialità, per usare la tecnologia senza diventarne schiavi.

Il cloud, lo smart working  e la gestione delle emergenze

Lo smart working, di cui tanto si parla in questi giorni anche a causa dell’emergenza sanitaria in corso, si basa sul cloud.

E’ l’esempio più chiaro e semplice di come la tecnologia possa aiutarci, sopratutto in momenti di difficoltà.
Grazie al cloud, è possibile lavorare anche senza recarsi fisicamente in ufficio, potendo però operare esattamente come se si fosse presenti.

In un recente articolo abbiamo parlato della collaboration e degli strumenti Microsoft per realizzarla.
Sono molte le attività che si possono virtualizzare attraverso la suite di Office 365, One Drive, Sharepoint e Teams.

Con quest’ultima soluzione, ad esempio, abbiamo molto migliorato il flusso di comunicazioni interne ed esterne all’azienda e gestiamo le riunioni di team in modo semplice, ma non solo.
Grazie al cloud, è possibile anche realizzare dei veri e propri eventi, come già molte aziende stanno facendo in questi giorni, per superare gli ostacoli alla mobilità e permettere a chiunque di partecipare senza doversi spostare fisicamente da un luogo all’altro.

Gesca da anni promuove la cultura dello smart working ad aiuta le aziende a lavorare meglio, risparmiando sui costi e rendendo le risorse più produttive.

Proprio per questo, per raccontare e dimostrare concretamente come il cloud e gli strumenti di collaboration siano da sempre preziosi per migliorare la produttività e risparmiare tempo, stiamo organizzando un evento online, per illustrare nel dettaglio i vantaggi di queste tecnologie.

Ci vediamo presto online!

Fonti

Microsoft