+39 06 9040661
[email protected]

L’Internet delle cose e il retail

by

L’Internet delle cose e il Retail

Si parla sempre più spesso di Internet delle cose, dell’evoluzione e delle modifiche che porterà nell’uso della rete. Vediamo di cosa si tratta e come influenzerà l’esperienza nei punti vendita dal punto di vista di negozianti e rivenditori che dovranno trovare il trait d’union con il gestionale del negozio.

L’internet delle cose –The Internet of Things (IoT) – è un termine usato per descrivere il numero crescente di prodotti intelligenti connessi. La IoT è costituito da cose fisiche (per esempio sensori e dispositivi) che hanno la capacità di raccogliere e condividere i dati.  Gli IoT possono essere: prodotti fisici, software e layer di connessione.

Le previsioni indicano che oltre 30 miliardi di dispositivi intelligenti e connessi saranno in uso nel 2020.

RFID

Per i rivenditori, l’RFID è probabilmente l’applicazione più conosciuta degli IoT.
L’RFID può avere varie funzioni, tra le quali permette al rivenditore di avere un migliore controllo sulle scorte di magazzino. Un altro aspetto dell’ RFID è l’integrazione con il terminale POS: gli articoli non devono essere più scansionati in modo tradizionale e il terminale POS identifica automaticamente quali prodotti il cliente ha acquistato. Il cliente può anche caricare le voci della sua carta di credito o conto usando il suo smartphone (un altro dispositivo connesso) prima di lasciare il negozio, quindi senza passare per il POS.

Attualmente l’RFID è  ancora troppo costoso per la maggior parte dei rivenditori, il che limita la diffusione e l’utilizzo. Leggi qui un modo innovativo in cui la Marca Ugg ha utilizzato RFID.

L’IoT cambia le strategie di marketing

Altri esempi di dispositivi IoT all’interno del negozi sono i sistemi digital signage e le shelf labels (etichette da scaffale). Questi dispositivi possono connettersi con il software POS, riducendo così l’impatto ambientale delle etichette cartacee e consentire una strategia di marketing più flessibile (si pensi alle possibili modifiche su prezzi e promozioni).

L’Internet delle cose può cambiare radicalmente l’esperienza di shopping nei negozi fisici.

L’IoT è già qui, anche se non sempre ce ne accorgiamo. Sempre più dispositivi sono collegati, consentendo processi automatici e offerte personalizzate.
Analisi di mercato dimostrano che la maggioranza dei professionisti del retail, che utilizzano già software gestionali x negozi,  crede che l’IoT rappresenti la più importante iniziativa tecnologica del decennio.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.