+39 06 9040661
[email protected]

Progetto ricerca semantica nel mondo web con dispositivi mobili.

by

Progetto DOM – Digital Object for Mobile learning

Ricerca semantica nel mondo web con dispositivi mobili

E’ stato completato nel mese di Maggio 2015 un progetto finanziato dalla regione Lazio riguardante un’innovativa tecnica di  accesso a dati ed informazioni nel web. Le informazioni saranno rese fruibili con dispositivi mobili (Tablet e Smartphone). Il tutto operante in ambiente ‘cloud’.

Il progetto D.O.M – Digital Object for Mobile learning – è stato messo a punto da GESCA Srl, azienda leader nel settore della consulenza e servizi  ICT, e di ITALDATA Spa specializzata nel settore e-learning.

Le due aziende si sono avvalse della collaborazione del CNR  – Istituto sull’Inquinamento Atmosferico, Area della Ricerca di Roma 1 (Montelibretti) – e del Dipartimento SBAI ( Scienze di base applicate all’Ingegneria ) dell’Università  “ La Sapienza” di Roma.

La collaborazione tra aziende e centri di ricerca ha permesso di rilasciare due prototipi informatici :uno per accedere tramite dispositivi mobili a contenuti  informativi  sul web in materia di inquinamento atmosferico ; l’altro  per rendere disponibili , sempre via web, nuovi criteri di accesso a materiali scientifici di alto valore per ricercatori.

I prototipi, progettati secondo l’innovativa tecnologia del Web Semantico , consentono :

1)    Prototipo ITAIR – di ricercare e ottenere materiale informativo relativo al l’inquinamento ambientale anche in tempo reale, attraverso l’accesso a specifiche APP. La loro consultazione è però guidata da criteri “ intelligenti “ cioè articolati secondo le particolari esigenze degli utenti e il loro “profilo” specifico.   Ciò è stato possibile correlando tra loro le APP appunto con criteri “ semantici” cioè relativi  al loro contenuto e significato. Il materiale , oltre a documenti illustrativi multimediali , comprende note tecniche e di approfondimento particolarmente utili in ambito didattico. Ed infatti la prima sperimentazione è stata condotta in una scuola secondaria. Sono inoltre costruibili percorsi di apprendimento ad hoc.

2)    Prototipo OFI – di accedere a materiali nelle specifiche discipline dell’ottica e della acustica ad uso di ricercatori universitari. I criteri di “archiviazione “  e di ricerca utilizzati  sono del tutto analoghi a quelli illustrati per il prototipo ITAIR ,e la loro applicazione ha reso disponibili, sempre con logica “ semantica”, numerosi documenti di ricerca.

I Beneficiari del finanziamento, presenteranno il giorno 29 maggio alle ore 09.30,  presso la società GESCA di Formello, i risultati delle attività al mondo accademico e alle istituzioni (pubbliche e private) coinvolte nel possibile utilizzo  delle modalità di ricerca sperimentate, convinti che tale tecnologia  possa utilmente essere applicata anche in settori molto diversificati.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.